Arte

Anonymous gods

Bel lavoro della francese Marion Balac, molto new-aesthetic: in Anonymous Gods l’artista ha selezionato schermate di Google Streetview che immortalano in giro per il mondo l’errore in cui sono indotti i robot di Mountain View impegnati nei loro algoritmi di

/ No comments

Anonymous gods

Bel lavoro della francese Marion Balac, molto new-aesthetic: in Anonymous Gods l’artista ha selezionato schermate di Google Streetview che immortalano in giro per il mondo l’errore in cui sono indotti i robot di Mountain View impegnati nei loro algoritmi di

/ No comments

Ubi maior (updated)

Per chi vive di architettura (e spero non solo di quello, c’è ben altro a questo mondo…) in pochi giorni sono accadute tre cose notevoli. In ordine di tempo: – l’ampliamento del MoMA di New York comporterà definitivamente la demolizione

/ No comments

Ubi maior (updated)

Per chi vive di architettura (e spero non solo di quello, c’è ben altro a questo mondo…) in pochi giorni sono accadute tre cose notevoli. In ordine di tempo: – l’ampliamento del MoMA di New York comporterà definitivamente la demolizione

/ No comments

Do androids dream of an electric aesthetic? (extended track)

È stato pubblicato su Domus lo scorso 17 luglio un mio scritto sul tema della “New Aesthetic”, ovvero quel fertile territorio di transizione tra analogico e digitale, tra fisico e virtuale che a poco a poco sta pervadendo le nostre

/ No comments

Do androids dream of an electric aesthetic? (extended track)

È stato pubblicato su Domus lo scorso 17 luglio un mio scritto sul tema della “New Aesthetic”, ovvero quel fertile territorio di transizione tra analogico e digitale, tra fisico e virtuale che a poco a poco sta pervadendo le nostre

/ No comments

Word’s power: “Text Pieces” by Stefan Brüggemann

Il potere visuale e concettuale alla parola. Un evocativo Stefan Brüggemann (classe 1975), ex enfant-prodige dell’arte contemporanea ed ora nel pieno della sua forza espressiva. P.S: [ IL FONT E’ ARIAL BLACK ]

/ No comments

Word’s power: “Text Pieces” by Stefan Brüggemann

Il potere visuale e concettuale alla parola. Un evocativo Stefan Brüggemann (classe 1975), ex enfant-prodige dell’arte contemporanea ed ora nel pieno della sua forza espressiva. P.S: [ IL FONT E’ ARIAL BLACK ]

/ No comments

E la luce fu

Supporto di acciaio inox e circolina elettronica ad accensione immediata, per una lampada da terra dall’indubbio effetto evocativo. Jesus Lamp, dalla mano ironica del messicano Ricardo Garza Marcos. Utile per far capire immediatamente chi comanda al CDA.

/ No comments

E la luce fu

Supporto di acciaio inox e circolina elettronica ad accensione immediata, per una lampada da terra dall’indubbio effetto evocativo. Jesus Lamp, dalla mano ironica del messicano Ricardo Garza Marcos. Utile per far capire immediatamente chi comanda al CDA.

/ No comments